Autismo, DSA e…

Dott.ssa Donatella Ghisu Ψ

Balbuzie

La manifestazione principale della Balbuzie è un’anomalia del normale fluire e della cadenza dell’eloquio, inadeguati per l’età del soggetto, caratterizzata da frequenti:

  • ripetizioni di suoni e sillabe
  • prolungamento di suoni
  • interiezioni
  • interruzione di parole (pause all’interno di una parola)
  • blocchi udibili o silenti
  • circonlocuzioni (sostituzione di parole per evitare parole problematiche)
  • parole emesse con eccessiva tensione fisica
  • ripetizione di intere parole monosillabiche.

La balbuzie è un disturbo che generalmente insorge nell’età infantile, tipicamente nel periodo 2-6 anni.

Il balbuziente presenta maggiori difficoltà a controllare i processi di produzione della parola,e necessita di tempi più lunghi per coordinare ed organizzare l’atto verbale.
La gravità del disturbo varia nelle diverse situazione, spesso è più grave quando vi è una particolare pressione a comunicare, per es. fare una relazione a scuola, leggere in pubblico, spesso la Balbuzie è assente durante il canto o il colloquio con oggetti inanimati o con animali.

La Balbuzie può essere accompagnata da movimenti muscolari: tic, ammiccamenti, tremori delle labbra o del viso, scosse del capo.

In soggetti con Balbuzie possono insorgere anche il Disturbo della Fonazione e il Disturbo della Espressione del Linguaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...