Autismo, DSA e…

Dott.ssa Donatella Ghisu Ψ

Considerazioni generali

      Benché un deficit di percezione possa manifestarsi in molti modi, è stato più frequantemente riscontrato in bambini con problemi di apprendimento della letto-scrittura e dislessia. In poche parole, tali bambini hanno difficoltà nel leggere, scrivere e compitare, nell’organizzare e mettere per iscritto i loro pensieri, nell’identificare le idee principali di un brano scritto, nel ricordare istruzioni o informazioni sequenziali.

      Diversi studi eseguiti nel distretto scolastico di Andover, in seguito allo screening per la discalculia, hanno dimostrato chiaramente che i bambini affetti da una forte discalculia di solito mostravano anche peroblemi di apprendimento del linguaggio. Il contrario, non è stato invece riscontrato: c’erano più dislessici che discalculici e un discalculico era quasi sempre un dislessico.

      I deficit di percezione possono manifestarsi anche nelle aree delle relazioni  spaziali e temporali.

      I soggetti con questi deficit avranno anche difficoltà nello svolgimento delle normali attività giornaliere: pianificare ed organizzare la propria giornata, preparare il cibo nella giusta sequenza per il pasto, scegliere la scatola della misura adatta per un dono, calcolare il tempo necessario per arrivar puntuali ad un appuntamento, consultare una carta stradale, ecc. Questi son problemi autentici che vanno superati in età appropriata per acquisire le abilità pertinenti.

      Genitori ed insegnanti insieme devono adoperarsi affinché le difficoltà siano superate  e i nuovi bisogni soddisfatti. Nonostante l’importanza di tutto questo, l’influenza dei problemi di apprendimento del linguaggio e della dislessia è molto forte e negativa sul rendimento scolastico e può danneggiare il bambino sia intellettualmente, sia emotivamente.

     In America, quando un distretto scolastico deve decidere come e dove spendere il suo tempo e il suo denaro, normalmente sceglie di organizzare per i suoi docenti corsi di formazione e aggiornamento nel campo dei problemi di apprendimento della letto-scrittura e della dislessia. Il bambino che non riesce ad imparare a leggere nella scuola elementare non potrà raggiungere buoni risultati nelle altre materie che, in gran parte, richiedono buone capacità di lettura. Inoltre è stato osservato che i problemi emotivi di un bambino dislessico iniziano nelle prime classi a seguito delle frustrazioni causate dalla propria incapacità di imparare a leggere come i suoi compagni. Tale insuccesso più di ogni altra cosa può inculcare in lui l’idea che, nonostante gli sforzi più ostinati, non imparerà mai a leggere e, quindi, piuttosto che fallire di nuovo, sceglierà di non provarci più. Sono con uno screening che escluda o confermi precocemente l’esistenza di un disturno percettivo, si possono limitare i problemi emotivo-affettivi ad eziologia scolastica.

      Troppo spesso il bambino più grande sottoposto alla psicoterapia per un disturbo ritenuto di origine emotiva, non riesce a fare i progressi necessari, malgrado sia in cura per i suoi problemi emotivi e comportamentali perché l’origine dei suoi problemi non è intuita -neanche dagli esperti del campo. In passato quando gli strumenti per identificare un soggetto con difficoltà di apprendimento erano pochi e la preparazione degli insegnanti era inadeguata, forse era comprensibile che avvenisse.

      Nostro compito è, allora, occuparci dell’individuazione, prevenzione e rieducazione di soggetti con problemi di apprendiemnto del linguaggio e con dislessia, di modo che chi presenta difficoltà in ambito scolastico e ha perciò l’immagine di sé negativa, non acquisisca anche problemi comportamentali derivanti da una mancata individuazione di un deficit di percezione.

      Attenzione però: non si prendano i problemi emotivi come aventi la loro radice in un deficit di percezione. Ma un gran numero di problemi emotivi scaturisce da deficit di percezione. Ed è anche vero che avviene il contrario: bambini con problemi emotivi arrivano a sviluppare problemi di apprendimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...